lunedì 2 aprile 2018
LIFESTYLE

Il caffè freddo: storia e tradizioni

Se le origini della bevanda a base di caffè e la sua diffusione dall’Etiopia o dallo Yemen risalirebbero circa al 1400, anche il caffè freddo, o in ghiaccio, vanta una storia altrettanto lunga che ha inizio nel XVII secolo. Dalla Spagna al Salento, dal Seicento ai giorni nostri, il caffè freddo rappresenta la bevanda ideale da gustare in qualunque momento di una calda giornata estiva, per concedersi una pausa rigenerante e rinfrescante, con soddisfazione per il palato e un carico di energia.

caffè freddo

caffè freddo

Tradizione spagnola, gusto italiano
Il “café del tiempo”, storico caffè di Valencia, è la più antica e originaria ricetta del caffè freddo. Ancora oggi nei bar della città andalusa frequentatori abituali, turisti e avventori possono gustarlo con l’immancabile fettina di limone. Nel suo passaggio in terra salentina, il caffè freddo prevede una tipica preparazione: si parte dalla bevanda calda, raffreddata con cubetti o neve di ghiaccio, da accompagnare poi con foglie di menta e scorza di limone verde. Il caffè freddo soffiato invece si fa passare per pochi istanti sotto un getto caldo di vapore, al fine di ottenere una gustosa cremosità. Nel Salento del Seicento la tradizione di questa bevanda ha origine nella città di Otranto, mentre a metà degli anni Cinquanta del ‘900 i bar di Lecce iniziano a proporre il tipico caffè leccese, variante di caffè in ghiaccio con latte di mandorla in sostituzione dello zucchero.

 

Preparazioni e ricette
Per un’eccellente preparazione casalinga bisogna partire innanzitutto da materie prime di assoluta qualità. Quindi occorre preferibilmente un espresso appena fatto, ma anche il caffè della moka può andare bene, a patto che si utilizzino miscele selezionate e pregiate come quelle che compongono il caffè macinato Vergnano 

Si versa il caffè bollente, zuccherato o meno, in un bicchiere di vetro piuttosto capiente, precedentemente riempito di ghiaccio, e si mescola con cura. Il raffreddamento è istantaneo, in questo modo la bevanda conserva tutto il suo aroma. Per un risultato ottimale ecco dei consigli pratici: il ghiaccio deve essere appena uscito dal freezer, per evitare di annacquare o stiepidire la bevanda compromettendone il gusto; mai aggiungere lo zucchero dopo aver miscelato caffè e ghiaccio, rischia di non sciogliersi del tutto e di depositarsi sul fondo. Infine, ricorda di consumare il caffè in tempi rapidi. A piacere è possibile aggiungere un goccio di latte di mandorla per ammorbidire il sapore, oppure shakerarlo come al bar.

 

Curiosità dal mondo
Il caffè freddo ha fatto il giro del mondo e ogni paese ha personalizzato la propria ricetta. In Grecia, ad esempio, si utilizzano caffè in polvere e acqua fredda; i thailandesi fanno bollire nel latte i chicchi pestati nel mortaio e poi lo servono con ghiaccio; mentre il Japanese coffee è il risultato di una lenta gocciolatura di caffè filtrato su ghiaccio.

 

Scegli e gusta
Ad ognuno il suo caffè freddo dunque, in ogni angolo del mondo. I palati più raffinati possono gustarlo in una delle caffetterie che hanno scelto la nostra linea di prodotti; mentre chi opta per una preparazione casalinga non ha che l’imbarazzo della scelta, utilizzando per la sua ricetta una delle diverse miscele proposte nel nostro shop online