Friday 19 May 2017
LIFESTYLE

Caffè avanzato: scegli come conservarlo o riutilizzarlo

Il caffè è probabilmente la bevanda da relax e per fare colazione più amata al mondo. In Italia è un’abitudine irrinunciabile e il suo aroma si diffonde ovunque augurando un buon risveglio.
Ma quante volte ti è capitato che nella moca rimanesse del caffè e che andasse buttato via?  Se anche tu ti sei trovato con lo stesso problema, ti suggeriamo una serie di modi su come conservarlo o riutilizzarlo, perché il caffè avanzato sappi che è una vera risorsa dai mille usi.

Caffè avanzato: scegli come conservarlo o riutilizzarlo

Caffè avanzato: scegli come conservarlo o riutilizzarlo

Riutilizzare il caffè avanzato in cucina
La prima cosa che viene in mente nel riutilizzare il caffè avanzato, è quella di preparare il “re” dei dolci che hanno tra gli ingredienti principali proprio questa bevanda: il tiramisù.
E’ vero che è necessaria una certa quantità, ma in 3 giorni di caffè avanzato riuscirai a metterne certamente da parte quello che basta per deliziare il palato e gli altri sensi.
Allo stesso modo puoi preparare altri dolci come l’uovo al caffè, più veloce e altrettanto gustoso.
Quanto all’aroma e al gusto di caffè per altri dolci, lo potrai impiegare anche nelle preparazioni da forno, specie per quelle a base di nocciola e di cioccolato, con i quali si sposa benissimo.
Tra i dolci che puoi preparare ci sono i muffin, le mousse, il pan di Spagna, la glassa al cacao, la crema al caffè fredda o calda e diverse varianti di farciture per torte.
Non può mancare anche la preparazione di un semifreddo al caffè e cioccolato, molto indicato d’estate almeno quanto la granita.
Non sono esclusi dalla preparazione a base di caffè anche i cocktails, con l’aggiunta di alcool o meno, come l’Irish coffee, il Black Russian o il Cafè Royal, ma anche il liquore.
Infine, per dare maggiore gradevolezza al caffè freddo potresti creare dei cubetti da utilizzare all’occorrenza, in luogo di quelli fatti di semplice acqua, che non fanno altro che allungare la bevanda.
Potresti addirittura mescolarli alla panna, in modo da rendere il tuo caffè freddo una vera delizia.
Il riutilizzo del caffè in cucina si spinge a fino a diventare un ingrediente anche per pietanze salate.
Nelle moderne sperimentazioni di alcuni chef stellati il caffè si può trasformare in una spezia, per esaltare ancora di più il gusto.
Puoi abbinarlo ai chiodi di garofano, alla cannella, al sale azzardando fino all’aglio e al peperoncino e valorizzare le pietanze con un sapore molto deciso, come la carne alla brace.
Proprio in relazione alla carne, il caffè pare sia ottimo come ingrediente aggiuntivo per la marinatura, sia di quella rossa che di quella bianca da cuorere arrosto.

 

Pulizie al caffè
Hai mai sentito parlare del potere abrasivo e sgrassante del caffè? Allora prova a versarlo sul piano cucina, in quegli angoli dove si accumulano grasso e incrostazioni e ti sorprenderai della brillantezza finale.
E’ sufficiente lasciarlo agire per 5 minuti e poi passare con un panno in microfibra. Lo stesso vale per i lavelli e per tutte le superfici smaltate, che preserverai dai detergenti aggressivi. Inoltre, rimarrà anche un gradevole profumo.
Per sfruttare queste potenzialità del caffè puoi anche aggiungerlo al normale detergente, così da potenziarlo nella sua azione pulente.

 

Il caffè avanzato come concime
Sia il caffè avanzato che i fondi di caffè sono un vero portento come concime per il terreno e le piante del tuo giardino. Non ci sono controindicazioni sulle quantità e rappresenta un reale nutrimento, che le renderà rigogliose come non mai.
Trasformare il caffè avanzato in concime ti suggerirà che è possibile aggiungerlo anche per alimentare il compost, che a sua volta renderà fertile lo stesso terreno.

 

Capelli splendenti e riduzione della cellulite
Il caffè avanzato può diventare un ottimo trucco di bellezza per i tuoi capelli. Se sono spenti, sfibrati e affaticati, basta che tu faccia degli impacchi al caffè mescolato con acqua calda e che lo lasci in posta per 25 minuti.
Se vuoi puoi anche ripetere l’operazione una volta a settimana e procedere lavandoli con un normale shampoo.
È sconsigliabile però sui capelli chiari, mentre per quelli scuri e castani è un vero e proprio esaltatore del colore del tutto naturale.
Pare che il caffè sia efficace anche nei trattamenti per ridurre la cellulite. Questo “ingrediente” è presente anche nelle creme di bellezza che si trovano sul mercato, perché agisce positivamente sulla vascolarizzazione dei tessuti migliorando la circolazione.
Per creare una crema anti cellulite al caffè, mescolalo con olio di mandorle dolci e massaggia prima di fare la doccia. Se vuoi unire l’effetto scrub, basta aggiungere il fondo del caffè avanzato.

 

Eliminare i cattivi odori
Il caffè avanzato puoi anche utilizzarlo per eliminare gli odori sgradevoli, non solo nel lavabo della cucina, ma anche sulle mani, magari dopo aver sbucciato dell’aglio o della cipolla, o peggio, aver sfilettato il pesce.

 

Tinteggiare le stoffe
Se ami le soluzioni eco sostenibili, allora usa il caffè avanzato per tingere qualche indumento dal colore chiaro a cui vuoi dare una nuova nuance sul marrone.
Le stoffe che maggiormente si prestano all’operazione sono quelle naturali, come il lino e il cotone. Dovrai lasciare i capi in immersione per una notte intera, aggiungendo una parte di acqua e quindi portare a ebollizione per circa 30 minuti.
La “decantazione” nottetempo restituirà al mattino dei capi completamente rinnovati. Se vuoi potenziare l’effetto o avere un colore più scuro, puoi diluire anche i fondi del caffè.

 

La conservazione del caffè avanzato
Per conservare il caffè avanzato ci sono poche alternative, se non quelle di metterlo in frigo chiuso ermeticamente e di consumarlo al massimo entro 2 giorni.
In alternativa puoi riporlo in un thermos per mantenere intatto l’aroma e consumarlo in giornata, oppure congelarlo.