venerdì 22 settembre 2017
LIFESTYLE

Alla scoperta del caffè greco

Si sente dire sempre più spesso che il caffè greco nasconda un segreto e che sia un elisir di lunga vita. Quali sono allora le sue proprietà e perché è considerato un rituale irrinunciabile?

Caffè greco

Caffè greco

In greco si chiama “kafes ellinikos” e viene consumato nel kafenion, un locale accogliente dove si usa sorseggiarlo mentre si gioca al “tavli”, un tradizionale gioco da tavolo greco, a carte, a dama o a scacchi o mentre si scambiano due chiacchiere amichevoli. Il caffè greco è conosciuto per il suo aroma particolarmente intenso, dovuto al metodo di preparazione, che consiste nella bollitura all’interno di un bricco in ottone, detto “briki”. Il rito del caffè in Grecia comincia riempendo il bricco di alcune tazzine d’acqua, fino ad un massimo di quattro, poi si aggiungono alcuni cucchiaini di caffè macinato, tanti quanti le tazzine che si vogliono riempire; infine si versa lo zucchero, la cui quantità dipende dai gusti personali.

 

La fase dell’ebollizione è molto importante: il fuoco deve essere dolcissimo così che si crei una schiuma detta “kaimaki” che insieme al caffè deve raggiungere il bordo del “briki”. A questo punto si spegne il fuoco e si attende qualche minuto fino a quando le polveri del caffè si raccolgono sul fondo. A differenza di noi italiani, i greci riempiono le tazzine fino al bordo, non mescolano mai il caffè, e lo gustano molto lentamente. La cerimonia prevede che il caffè venga servito insieme a dei biscotti e a un bicchiere d’acqua.

 

Se ti dovesse capitare di entrare in un kafenion, puoi ordinare il caffè in 4 varianti:

  • Sketos: senza zucchero
  • Metrios: con un cucchiaino di zucchero
  • Glikos: con due cucchiaini di zucchero
  • Variglikos: molto zuccherato

 

Oltre al caffè tradizionale, la cui ottima qualità si riconosce da una perfetta bollitura e dalla densità della sua schiuma, si può degustare anche:

 

  • Il caffè ghiacciato, che è stato introdotto recentemente e che viene chiamato “frappè”. Si ottiene shakerando zucchero, acqua, polvere del caffè e 2-3 cubetti di ghiaccio fino ad ottenere una schiuma densa. Per i greci anche questa bevanda deve essere sorseggiata lentamente stando seduti ad un tavolino e godendosi l’atmosfera gioviale tipica dei locali della Grecia.
  • Il caffè freddo cremoso, una bevanda densa e fresca che viene preferita d’estate per una pausa che i greci prolungano per 1-2 ore.

 

Secondo gli studiosi il procedimento di bollitura e la fine macinatura determinano una minore quantità di caffeina e un’alta concentrazione di polifenoli e antiossidanti, che aiutano a mantenere una buona salute più a lungo. Uno studio statistico ha inoltre dimostrato che nei consumatori abituali del caffè alla greca si riscontrano più benefici rispetto a chi beve altre bevande al caffè. Questo è forse il motivo per cui è considerato un elisir di lunga vita. Una ragione in più per gustarlo e per fare il bis!