lunedì 4 giugno 2018
LIFESTYLE

Torino capitale del caffè tra passato e presente

Il caffè espresso? Un’invenzione tutta torinese. Risale, infatti, al 1884 l’invenzione da parte di Angelo Moriondo, intraprendente imprenditore, della macchina del caffè. L’espresso, come lo beviamo ancora noi oggi, non è nato in seguito alla scoperta di una particolare miscela o di una speciale varietà del caffè, ma proprio alla invenzione della macchina per produrlo.

Nascita caffè espresso

Nascita caffè espresso

Durante l’Esposizione Generale del 1884 Moriondo riuscì a preparare un caffè all’istante, nella sua “caffettiera” dove l’acqua veniva portata ad ebollizione e, attraverso un sistema di serpentine, fatta passare fino a raggiungere il contenitore del caffè torrefatta. In questo modo l’acqua veniva portata in pressione per preparare il caffè in modo rapido: da qui la definizione di “espresso”.

L’anno successivo Moriondo brevetta nuove implementazioni del prodotto e ottiene il brevetto internazionale.

Torino può, dunque, ben definirsi capitale dell’espresso. E i prossimi giorni, il 9-10 e 11 giugno, ospiterà il primo Turin Coffee, il Salone Internazionale del Caffè che si terrà in piazza Carlo Alberto.

L’evento nasce dall’unione di intenti di tre eccellenze cittadine, Caffè Vergnano, Lavazza e Costadoro che hanno deciso di sedersi intorno ad un tavolo, quello dell’Assessore al Commercio Alberto Sacco, insieme alla To-be Events e di costruire qualcosa che avesse come unica mission quella di fare Cultura.

 

Una simile premessa non poteva certo prescindere dal coinvolgere da un lato le piccole torrefazioni locali, espressione di quel saper fare e fare bene tipicamente italiano, e dall’altro SCA Italy, acronimo di Specialty Coffee Association, autorità di riferimento per l’eccellenza del caffè a livello internazionale. La kermesse è inserita nel calendario del BOCUSE D’OR EUROPE OFF 2018 perché caffè e cultura hanno lo stesso aroma, proprio come cucina e cultura hanno lo stesso gusto. Alla base la voglia di custodire il passato, raccontare il presente e inventare il futuro.

Si farà cultura con i migliori head trainer, si degusteranno piatti stellati, gelati gastronomici, cocktail a tema, si potrà partecipare a dei percorsi sensoriali alla scoperta degli aromi del caffè, visitare una mostra fotografica dedicata, o fare un salto al Museo Lavazza, che aprirà le porte gratuitamente per l’occasione. E i bambini? Loro potranno costruire robot, con un cuore e un’anima che solo in apparenza è riciclata, mentre ai grandi spetta il compito di dare il buon esempio, sostenendo attivamente le due Onlus coinvolte nel progetto, CasaOz e 1Caffè.

Caffè Vergnano sarà presente con uno stand e lo staff dell’Accademia Vergnano. Protagonista sarà il pubblico che potrà scoprire i segreti di un espresso perfetto, degustare il cold brew e l’esclusiva ricetta del bicerin estivo (creata appositamente per il festival) sperimentare nuovi metodi di estrazione e interagire con la ruota di Latte Art. Domenica sarà ospite in stand la blogger Mimi Thorisson che preparerà un caffè gourmand da far gustare al pubblico.

 

TURIN COFFEE fa parte di Bocuse d’Or Europe OFF 2018, il calendario di eventi culturali rivolti al grande pubblico a Torino dall’8 al 16 giugno, con anticipazioni nelle settimane precedenti, per festeggiare il prestigioso concorso di alta cucina Bocuse d’Or Europe, per la prima volta in Italia, a Torino.

 

INFO PRATICHE:

 

TURIN COFFE

Piazza Carlo Alberto

9 e 10 Giugno / dalle 9 alle 20

11 Giugno / dalle 9 alle 14

 

Per maggiori informazioni e per il programma completo: http://www.turincoffee.it